Seminario "Governo del territorio ed Enti locali: come orientarsi nella complessità": l'elenco degli ammessi

0
Non ancora votato

E' disponibile l'elenco degli amministratori under 36 ammessi a partecipare al Seminario tematico residenziale “Governo del territorio ed Enti locali: come orientarsi nella complessità” della scuola ANCI per giovani amministratori, in programma a Ferrara, presso Palazzo Savonuzzi, dal 15 al 17 giugno 2017.

Visto l’elevato numero di richieste, l’ANCI ha deciso di aumentare a 50 il numero degli amministratori partecipanti, rispetto ai 40 originariamente previsti dall’avviso di selezione. Come previsto nei criteri definiti dall’Avviso, sono stati ammessi gli amministratori con deleghe coerenti al tema del seminario e dando priorità a chi aveva nessuna o poche partecipazioni a precedenti attività della Scuola.

Il seminario di Ferrara, organizzato in collaborazione con l’INU-Istituto Nazionale di Urbanistica, utilizza un approccio interdisciplinare alla disciplina del governo del territorio, basato su quattro “dialoghi”, in ognuno dei quali tre discussant contribuiranno a presentare e rendere fruibile ai giovani amministratori partecipanti contenuti con un elevato tasso di tecnicalità. I dialoghi verteranno su:

-       Quale Paese da pianificare: si ragionerà su quale Paese effettivamente facciamo riferimento, muovendo dalla lettura statistica dei dati di settore, passando per l’opportunità se non la necessità di una lettura del “sociologo urbano”, per finire agli obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’ONU fissati per il 2030.

-       Il sistema delle regole per la pianificazione urbanistica e per la realizzazione degli interventi edilizi: saranno analizzati i principali istituti della pianificazione urbanistica, nonché le recenti novità legislative in materia di semplificazione sul rilascio dei titoli abilitativi. Il tutto senza perdere la “visione” sul ruolo e la portata, anche e soprattutto politica, della materia del governo del territorio, che coincide con una funzione fondamentale degli enti locali.

-       La rigenerazione urbana, le politiche europee per le città, il finanziamento dei progetti e l’impatto sociale: i territori sono interessati da processi “ereditari”, non sempre di opportunità, ma sempre di più di criticità di varia natura (ambientale, socio-economiche, di sicurezza). Verranno analizzate le nuove traiettorie della materia, sempre di più incline – anche grazie alle politiche attive dell’UE – ad azioni di rigenerazione urbana. In questo contesto anche il ruolo degli investitori assume rilevanza decisiva e molte esperienze di successo dimostrano l’impatto positivo sui territori comunali a fronte di politiche non impattanti, ma invece rivolti alla promozione della valorizzazione dei beni culturali o paesaggistica

-       Il governo del territorio: una materia da tribunali: la materia urbanistica è fra quelle più presenti nelle Aule dei Tribunali, e questo per varie ragioni; è una materia molto “codificata” e dunque fonte di interpretazione, è strumento di composizione di interessi spesso contrapposti, nonché disciplina della relazione plurisoggettiva di tutti gli attori pubblici e privati interessati. La riflessione sulla lettura data dalla giurisprudenza sulla nostra materia ci auguriamo possa “orientare” i giovani amministratori nella “complessità”.

Nell’ambito dei Dialoghi saranno presentate testimonianze di esperienze rilevanti per il tema oggetto del Modulo, comprese quelle di alcuni amministratori portatori di buone pratiche sul tema del governo del terrtorio: Mario occhiuto, Sindaco di Cosenza e delegato ANCI all'urbanistica e ai lavori pubblici; Roberta Fusari, Assessore all'urbanistica e alla rigenerazione urbana del Comune di Ferrara; Davide Drei, Sindaco di Forlì; Lorenza Baroncelli, Assessore alla rigenerazione urbana e del territorio del comune di Mantova