Imprese e Comune insieme per la resilienza urbana: il caso di “Varese che protegge”

0
Non ancora votato

Il progetto europeo DERRIS ha fatto tappa a Varese, lo scorso lunedì 25 settembre, durante un partecipato incontro che si è svolto nel prestigioso Palazzo Estense.

A ragionare di resilienza e di adattamento agli impatti del cambiamento climatico, si sono riunite più di 30 persone, rappresentanti delle associazioni di categoria e delle diverse realtà associazionistiche insieme all’Assessore all’ambiente Dino De Simone, ai funzionari del Comune oltre che ai responsabili del progetto che coinvolge ANCI, Unipol, Agende 21, il  Comune di Torino ed il consorzio universitario Cineas.

Le associazioni di categoria presenti si sono mostrate molto interessate all’opportunità offerta da DERRIS che consentirà ad almeno 30 aziende del territorio di ricevere una formazione specializzata sulla gestione del rischio legato ad eventi meteorologici e sull’elaborazione di misure di adattamento al cambiamento climatico. Non solo: grazie agli innovativi strumenti sviluppati da DERRIS, ogni azienda partecipante potrà misurare in maniera precisa e georeferenziata l’esposizione al rischio del proprio stabile ed avere così un’idea concreta del grado di pericolo al quale può essere esposta. Il prossimo appuntamento si svolgerà in novembre quando le imprese interessate potranno beneficiare del primo incontro formativo.

L’evento è stato tuttavia anche l’occasione per ragionare di come il cambiamento climatico oggi possa rientrare nell’agenda politica e di quali misure possano essere adottate a livello locale. “Portare la città di Varese ad essere un esempio concreto di economia circolare, dove le politiche di sviluppo coniugano l’obiettivo della crescita con quello della sostenibilità” è infatti secondo l’Assessore Dino De Simone, una delle sfide più ambiziose sulle quali l’Amministrazione è impegnata.  

Dalla rigenerazione della città attraverso un piano strutturale a volumi zero e la realizzazione del primo edificio scolastico a consumo energetico quasi zero che sarà inaugurato l’anno prossimo, alle sperimentazioni di agricoltura urbana, dalla promozione della mobilità elettrica agli interventi di riqualificazione di fiumi e torrenti, gli interventi messi in campo dall’Amministrazione sono notevoli e organici nel raggiungimento dell’obiettivo di rendere Varese una città sempre più sostenibile e resiliente.

In questo contesto, ha spiegato l’Assessore De Simone: “La partecipazione al progetto europeo DERRIS è stata promossa fin da subito dall’Amministrazione perché potersi confrontare con buone pratiche sviluppate da altre realtà, mettersi in rete e condividere importanti sfide in una dimensione europea è essenziale per lo sviluppo di Varese. Significa immettere ossigeno in circolo e rivitalizzare le nostre risorse.”

Il prossimo appuntamento con “Varese che protegge”, nell’ambito del progetto Derris, si svolgerà a novembre e tutte le piccole medie imprese del territorio sono invitate a partecipare. Per ulteriori info: seguiteci su @LifeDerris su twitter o sul sito: www.derris.eu