Bando alle Periferie: rigenerazione urbana a Milano. Obiettivo quartieri più belli, più felici, più vivi, più connessi e accessibili, più aperti e solidali.

0
Non ancora votato
Milano. C'è tempo fino al 5 giugno per presentare la propria idea  di Rigenerazione Urbana partendo, questa volta, dalle periferie urbane. Il bando mira a creare una rete diffusa di relazioni, eventi e punti di riferimento che rendano possibile vivere la città periferica contrastando le caratteristiche che connotano spesso le periferie urbane delle città italiane (mono funzionalità degli usi di spazi preesistenti, degrado fisico di spazi pubblici e privati -broken windows-, mancanza di connessioni -dal wifi al reti stardali/ciclabili-, percezione di insicurezza diffusa, rilevanti questioni sociali legate a povertà o disoccupazione, mancata integrazione sociale, squilibri demografici, mancanza di senso di comunità, abbandono scolastico -dai need al contesto deviante-).Il Comune di Milano stanzia 540 mila euro per sostenere attività da associazioni di volontariato, fondazioni, associazioni di promozione sociale, associazioni sportive, associazioni culturali, in partnership con tutti gli attori che possono dar vita ad azioni volte al miglioramento della qualità della vita nei quartieri periferici milanesi. I criteri di valutazione, in coerenza con le finalità del bando, verteranno infatti su:
  • qualità e innovatività della proposta progettuale,
  • ampiezza e diversificazione del partenariato,
  • sostenibilità progettuale,
  • qualità del budget,
  • professionalità del personale coinvolto.
Rigenerazione urbana quindi in grado di cogliere le potenzialità della social innovation a 360 gradi per rivitalizzare le aree: Giambellino-Lorenteggio, Adriano-Padova-Rizzoli, Corvetto-Chiaravalle-Porto di Mare, Niguarda-Bovisa, QT8-Gallaratese (vedi immagine).Gli interventi ammissibili  comprendono iniziative culturali, sportive, educative, formative e più in generale di animazione territoriale. Tutti quei percorsi volti allo sviluppo di organizzazioni di comunità, creazione e rafforzamento di reti sociali, per favorire l'inclusione di quei gruppi sociali poco inclusi nella vita pubblica, sociale ed economica o che si sentono separati dalle dinamiche di crescita e opportunità della città, al fine di attivare meccanismi di partecipazione attiva fra i cittadini milanesi (o suoi users) che danno vita a tali luoghi.E' un oppoprtunità per dar forma ad una rigenerazione urbana in grado di unire la realtà delle periferie urbane a quella realtà sociale legata ai bisogni della città e dei suoi users (mettendo le basi per azioni di network efficaci e/o la realizzazione di best practice)  avendo come obiettivo il rendere i quartieri individuati più belli, più felici, più vivi, più connessi e accessibili, più aperti e solidali.Qui  Info e Bando